×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Laboratori del camminare Trekking.it

 

 

L’escursionismo o trekking si distingue dall’alpinismo (definizione italiana di scalare montagne perché sulle Alpi avvennero le prime ardite salite, mentre nel resto del mondo si dice climbing: arrampicare), per la minore pendenza del percorso e permette di conoscere il territorio svolgendo contemporaneamente una sana e tonificante attività all’aria aperta.

Praticare l’escursionismo o trekking in tranquillità, vuol dire avere una buona preparazione psicofisica, equipaggiamento adeguato e non improvvisare. Infatti gli infortuni in montagna aumentano proprio quando non si ha una adeguata preparazione.

La parola trekking proviene dal gergo dei boeri (contadini olandesi) emigrati in Sud Africa per i quali trek significava prendere le proprie cose e andare. Nel 1883 gli inglesi ebbero numerosi scontri con i Boeri a causa della scoperta di grossi giacimenti di diamanti e il frequente ascolto di questa parola fu da loro trasformata in trekking.

 L’escursionismo è sinonimo di camminata in montagna e di conquista di una vetta o comunque del punto più alto e questo è sempre una sfida per l’uomo.

Si può dire che camminare in montagna è come correre in pianura, è importante avere una buona preparazione fisica, la quale non la si ha in 10 giorni ma con un po’ più di tempo. La bellezza di questa attività fisica all’aria aperta è che non c’è nessuna sfida o record da stabilire e può essere praticata da chiunque sia in buona salute.

 Inoltre, è una delle attività motorie tra le più economiche e una delle migliori attività  per mantenere attivo il corpo con enormi benefici a livello cardiocircolatorio e polmonare.  Diversi studi condotti in varie parti del mondo (Stati Uniti soprattutto), hanno dimostrato che l’attività fisica aerobica non competitiva praticata all’aria aperta è quella che da più benefici al nostro cervello e di conseguenza al nostro corpo, con benefici sia mentali che fisici.  È una attività che permette di emozionarti molto nel raggiungere una cima, superare piccole difficoltà e vincere la fatica aumentando la propria autostima. Non è un caso che il logo che  usiamo per il nordic walking e il trekking si chiama Emozioni in Cammino. Emozioni da condividere con il gruppo di amici con cui stai camminando oppure da sentire dentro di te perché camminare è anche un po’ meditare con la natura circostante, scoprendo posti bellissimi pieni di verde; ammirare animali come i camosci, stambecchi, volpi oppure fiori molto rari mentre respiri aria pura che ti ossigena le cellule.

EDUCAZIONE AMBIENTALE

“Processo per mezzo del quale gli individui acquisiscono consapevolezza ed attenzione verso il proprio ambiente, acquisiscono  e scambiano conoscenze, valori, attitudini, esperienze, la determinazione e la motivazione che li metterà in grado di agire, individualmente o collettivamente, per risolvere i problemi attuali e futuri dell’ambiente”.

Ancora non è chiaro per tutti cos’è l’educazione ambientale (ambito dove noi viviamo).

-          ORGANIZZIAMO corsi base di escursionismo e di Educazione Ambientale

Joomla SEF URLs by Artio